Pantano…

Divisioni. Era quello che volevo > tagliarmi un pezzo di quello che era. Ma si nutrono delle mie paure mettendomi di fronte ad azioni del passato.
In realtà non ho fatto nulla di male, ma sta proprio qui il problema > aver fatto il nulla. Mentre tutti gli altri e il resto si evolvono, io rimango indietro.
L’essere stato continuamente mortificato e umiliato da bambino mi ha portato a chiedermi perché io si e gli altri no. Inizialmente non me ne rendevo neanche conto, era normale (per me) che fossi lo scemo di turno. E’ stato come un orientamento sessuale.
Infatti io stesso cominciai a comportarmi in modo da creare il pretesto per essere preso per il culo. Ero una spugna da piccolino, assorbivo senza rinnegare ne accettare.

mj53ukp

Dopo è il danno e dopo (ancora), l’acqua che esce dai fori aperti da proiettili di piombo inonda tutto quello che per me ha importanza rendendo un pantano sotto le mie scarpe, come camminerò adesso? Il fango mi ostacola mentre provo a muovermi.